Arredamento Decorazione interni

Stile delabrè: il bello dell’imperfezione

Lo stile che esalta la bellezza e il fascino delle cose usate

L’idea del vecchio salotto di casa con poltrone e divani perfetti e sempre coperti per mantenere la loro bellezza è ormai caduta. Il mobile laccato lucido come si usava fare  lascia il posto a patine segnate dal tempo mostrando il fascino della loro imperfezione.

Lo stile delabrè è la nuova tendenza che rompe con il passato anche con quello più recente del restyling dei mobili. La traduzione della parola francese “delabrè” è esattamente “scrostato, rovinato”.

Muri scrostati, legni rovinati oggetti consumati dal tempo:queste sono le basi per un perfetto stile delabrè. Spesso a questa nuova tendenza si accompagnano complementi di design.

 

LE PARETI SENZA PIU’ INTONACO

Protagoniste nello stile delabrè sono le pareti, generalmente hanno colori tenui, come scoloriti dal tempo e mai uniformi, come se i vecchi strati di tinteggiature lentamente emergessero. Spesso sono naturali realmente antiche ma il più delle volte gli effetti invecchiati si creano con la decorazione a più strati materici.

Muri di pietra sono riportati alla luce e lasciati nella loro naturalezza e spesso fanno da sfondo a strutture architettoniche, complementi d’arredo, oggetti d’arte.

 

CARTE DA PARATI IN STILE DELABRE’

Alternativa alla decorazione materica sono le carte da parati che simulano perfettamente questi effetti. Molte case producono carte che creano ambienti affascinanti e ricchi di mistero. Le bellissime carte di Wall&decò hanno sempre attirato la mia attenzione e molte collezioni sono dedicate a questo stile.

LO STILE CHE ESALTA LE IMPERFEZIONI

Il vecchio mobile realizzato con una buon fattura prima veniva restaurato e reso perfetto esaltando le venature del legno con lacche lucidanti. Successivamente il legno è stato coperto la tendenza del colore che copre le venature, o le lascia apparire come nel decapato ma mai troppo lucido. Ora il mobile è lasciato con tutte le sue imperfezioni, macchie, segni del tempo, patine invecchiate e lasciato vivere così con tutte le sue rughe.

La tendenza per questo stile è quella di unire a questa tipologia di ambienti quasi sempre divani e poltrone in cuoio invecchiato, cosa che non è facile da trovare nei mercatini e quando si acquistano i prezzi sono abbastanza alti.

Uno stile da comprendere che sicuramente può non piacere per il suo essere così naturale, così lasciato andare. Come accade nell’arte anche nell’arredamento ci sono periodi di rottura, il delabrè è un perfetto esempio. Non essere legati a un’idea, ad uno stereotipo, dove tutto deve essere perfetto dove il difetto non è tollerato. Un concetto di libertà forse? Una moda? Tutto può essere,  certo è che sempre più architetti e interior designer propongono questo stile o meglio questi concetti per dare vita ad ambienti particolari con effetti molto scenografici.

Per ulteriori informazioni leggete anche questo interessante articolo di HABITISSIMO che spiega perfettamente quali sono i motivi per amarlo e per odiarlo.

 

 

Potrebbero piacerti anche

Nessun Commento

Lascia un messaggio