Trasformare ambienti

Un bagno rinnovato con smalto bicomponente all’acqua

RINNOVARE LE VECCHIE MATTONELLE DEL BAGNO

Tra le richieste più frequenti che mi vengono fatte c’è proprio quella di rinnovare le vecchie mattonelle del bagno o della cucina.

Spesso sono situazioni in cui la struttura e  gli impianti sono ancora in buono stato, ma il colore dei rivestimenti è superato.

Le soluzioni in questi casi sono molteplici e la prima che propongo è quella di rivestire con la resina. Questa scelta è decisamente la più costosa, ma i risultati sono entusiasmanti. Superfici lisce, senza fughe, facili da pulire con una scelta di colori vastissima. L’intervento prevede una settimana di lavorazione, non occorre smaltire i vecchi rivestimenti e la resina viene applicata a spatola sopra alle vecchie mattonelle.

UNA SOLUZIONE VELOCE ED ECONOMICA PER RINNOVARE BAGNO E CUCINA

Un rivestimento in resina lo sconsiglio per chi vuole il restyling di un bagno che ha un impianto idraulico vecchio. Spesso non si ha la voglia di procedere con un intervento invasivo ma si vuole cambiare in modo deciso il colore delle vecchie mattonelle.

La soluzione è semplice: smalto bicomponente all’acqua. E’ un lavoro facile, veloce, economico. Con un minimo di pazienza e dimestichezza,  con  colori e pennelli, chiunque  potrebbe rinnovare il proprio bagno o la propria cucina.

NUOVO LOOK PER IL BAGNO ROSA

Il colore di questo bagno era decisamente superato e la cliente aveva la necessità di cambiarlo.

Ho proposto la soluzione dello smalto bicomponente ideale  per una soluzione transitoria, in attesa di prendere il coraggio di ristrutturarlo completamente, comprendendo anche l’impianto idraulico.

Nella scelta del colore due tonalità di grigio: più chiaro alle pareti e più scuro nella pavimentazione e top lavandino. Ho mantenuto il gioco di colori nelle mattonelle più piccole del bordo perimetrale e della cornice dello specchio.

Il bagno riverniciato con lo smalto bicomponente all’acqua

Nonostante le mascherature necessarie per delimitare le zone di colore tre giorni sono stati sufficienti per finire il lavoro. Importante sottolineare che le fughe, con lo smalto bicomponente,  non vengono eliminate come succede con la resina, ma il risultato è comunque gradevole.

Per ulteriori informazioni potete contattarmi per email o sulla chat per consigli, scelta materiali e colorifici dove acquistare i prodotti migliori.

 

Potrebbero piacerti anche

Nessun Commento

Lascia un messaggio